ALBERTOSIPIONE

La città alienante ovvero la riqualificazione

18-07-2017 00:23

url: permalink

Esce pubblicamente allo scoperta nel quotidiano la Sicilia del 15 Luglio 2017 il sindaco di Catania Enzo Bianco con i piani di riqualificazione „..i primi bandi del risanamento..“del quartiere San Berillo di Catania. I lavori saranno a carico della società Istica (Istituto immobiliare di Catania ) acquistata dalla Unicredit, banca che in Sicilia ha annunciato un taglio di 400 dipendenti del suo personale per esuberi. L’archistar sarà invece Mario Cucinella.
Bianco annuncia..“il grande sogno di tante generazioni di catanesi..“che invece siamo pronti a prevederlo fin da subito si trasformerà in un incubo per i molti e sarà invece fonte di introiti per i pochi „noti“.


Date a un uomo una pistola e lui può rapinare una banca. Date a un uomo una banca e lui può derubare il mondo.
(Anonimo)
......Leggi il testo intero come PDF

more: Sulla_gentrificazione_urbana_e_mentale.pdf (3.04 MB)

IMG_3135.jpg

Il felice carro funebre della fotografia

02-07-2017 18:26

url: permalink

|


Ci risiamo, anche quest’anno con l’estate arrivano i festival della fotografia, accompagnati dai concorsi fotografici. Ci si annoia tantissimo a leggere i programmi e l’organizzazione tutti uguali: mostre dei quotati vincitori del concorso x , letture portfolio, aperitivi, workshop etc: tutto ciò che si ascolta ed è noto all’interno della scena fotografica italiana. Ci si incontra, ci si vuole bene, poca critica e arrivederci all’anno prossimo. L’anno è stato aperto con l’incontro a Roma sugli stati generali della fotografia. Anche qui chi ha avuto l’opportunità di partecipare ha potuto stringere qualche mano benevola.

La fotografia italiana e non solo è quasi nella sua totalità al servizio della „società dello spettacolo“ , commercializzata e ridicolizzata. Fotografi emergenti ed organizzazioni, circoli di fotografia quando cominciano a fare un passo piu’ grande vengono, come altre discipline, risucchiati all’interno dell’economia della merce. Si diventa presto curatore, direttore scientifico, direttore artistico.
Ma la fotografia non conosce padroni , né confini, né padrini degli istituti finanziari e delle banche, sul sangue degli oppressi non si puo’ costruire nessun mondo davvero nuovo.

Ovunque la fotografia si giudica a colpi di dollari e non per i suoi contenuti culturali, eversivi.
I corsi di fotografia sono tutti incentrati sulla tecnica dello scatto, sulla post produzione, sulle modelle in prestito da fotografare. Qualcuno ha detto che qualsiasi stupido puo’ scattare una foto, allora perché pagare per il nulla? Per cio’ che puo’ essere imparato in un giorno?

La fotografia va imparata nella strada, nasce nei piedi, camminando, errando.Si impara nelle cantine con un buon vino rosso, magari cantando e sputando in faccia al primo padrone che si incontra per la pubblica via. A volte anche le giuste letture e la buona musica aiutano ad uno scatto pieno di bellezza. Si impara dagli uomini e donne in rivolta che hanno aperto gli occhi alla luce ,sognatori di un altro mondo da desiderare abbattendo il vecchio forcaiolo e spettacolare, contro l’idea della fotografia come merce estetica.

La sfida della fotografia è l’idea di un arte senza aura, di una comunicazione senza profeti, di una cultura senza sciamani; non si tratta di fare della scrittura fotografica una „religione della ragione“, ma détournare l’insieme dei linguaggi fotografici come maneggio di tutte le armi espressive..fare della propria epoca una gran festa funebre dell’apparenza.

Alberto Sipione, fine Giugno 2017

Apparso il 2 Luglio 2017 su :https://movimentoartevaporizzata.blogspot.it/

000.jpg

08-01-2017 13:23 | |

Alberto Sipione, Sulla Fotografia della Geografia Urbana, Pino Bertelli, Piombino Novembre 2016

“Noi non siamo affezionati al fascino delle rovine, ma le caserme civili che ci vengono innalzate al loro posto hanno una bruttezza gratuita che invoca i dinamitardi”.Potlatch, 1954

I. SULLA FILOSOFIA RADICALE DELLA FOTOGRAFIA
La filosofia radicale della fotografia non deve spiegare i sonni dogmatici della civiltà dello
spettacolo, ma se stessa… compito della fotografia radicale è costruire situazioni in conflitto
con la cattiva coscienza della fotografia mercatale e fiorire nel disinganno che ne consegue…
in questo senso la fotografia radicale diviene una critica della vita quotidiana che interroga la
società alienata e affina gli utensili necessari (anche i più estremi) per passare alla sua
trasformazione. I fotografi hanno già fotografato il mondo, si tratta ora di cambiarlo alla
radice.
...Leggi in PDF

more: Alberto_Sipione_2016.pdf (161.61 KB)

tags: Pino Bertelli, fotografia, situazionista, sipione, urbanismo,

url: permalink

FullSizeRender.jpg

17-01-2017 00:53 | |

Sulla Stupidità Fotografica

Contributo apparso su http://movimentoartevaporizzata.blogspot.ch
Alberto Sipione Luglio 2016

L'estate oltre che essere la stagione dei bagni al mare e delle passeggiate in montagna è pure la stagione dei festival ed incontri vari sulla fotografia. Ogni iniziativa spesso non è che la ripetizione noiosa di un già' visto. Grazie alla possibilità di diventare artisti- fotografi- curatori offerte dall'utilizzo strategico-propangadistico delle rete crescono in maniera esponenziale i geni della fotografia self-made, termine inglese, o fatti in casa.
....Leggi in PDF

more: stupidita__768__fotografica.pdf (74.18 KB)

tags: arte, fotografia, stupidità, critica fotografica, situazionismo, società,

url: permalink

Claude_Cahun_1939_Courtesy_of_the_Jersey_Heritage_Collections.jpg

search

pages

loading